Kurt Cobain -Viaggio ad Aberdeen

Settembre 24, 2023
2 mins read
placca commemorativa di Kurt Cobain

Kurt Cobain nasce il 20 febbraio 1967 ad Aberdeen, una piccola cittadina nello Stato di Washington. La casa dove il frontman dei Nirvana ha vissuto dal 1968 al 1984 è stata inclusa dal Dipartimento di archeologia e conservazione storica dello stato di Washington, nel registro degli edifici culturalmente importanti.

La madre di Cobain aveva chiesto per l’edificio la somma di 500,000 $, poi venduta nel 2018 per 225,000 a Lee Bacon,

Il nostro obiettivo – ha dichiarato Lee Bacon – è rendere la casa un progetto-tributo alla prima infanzia e alla carriera di Kurt, con dettagli museali. Il prossimo capitolo è capire come farlo accadere”. Oltre a restaurare questa casa, il nuovo proprietario ha acquistato anche un altro edificio, nel centro di Aberdeen, per creare un Tribute Lounge and Gallery Cafè, dedicato al frontman dei Nirvana. Bacon ha spiegato che questo luogo “racconterà la storia della casa” e dei primi anni di Cobain in città, attraverso memorabilia, foto, cimeli e scatti del cantante. 

Il luogo che forse più rappresenta Kurt Cobain ad Aberdeen è un piccolo parco, aperto nel 2011 dalla Kurt Cobain Memorial Foundation, chiamato Kurt Cobain Landing, che si trova ai piedi dello Young Street Bridge, che ha ispirato la canzone “Something in the Way”

Cobain affermò di aver vissuto sotto il ponte per un certo periodo e, sebbene la maggior parte di coloro che lo conoscevano non pensassero fosse così, era chiaramente uno dei suoi luoghi di ritrovo preferiti, un posto dove rifugiarsi per non sentire le urla e i litigi dei suoi genitori, per scappare da quel tormento e quella estrema solitudine che lo avrebbe accompagnato per tutta la vita.

 Situato lungo le rive del fiume Wishkah, il piccolo parco è nel complesso insospettabilmente attraente, ha al suo interno una scultura a forma di chitarra finanziata dai fan, una lapide con alcune citazioni di Cobain, come ad esempio “le droghe ti fotteranno”, e un collage di graffiti omaggio dei fan proprio sotto il ponte, nel posto in cui Cobain adolescente trascorreva molto del suo tempo.

 Oltre alla statua posta nel Cobain’s Landing, ad Aberdeen troviamo un altro monumento commemorativo: una statua di Kurt eretta nel 2014 presso l’ Aberdeen Museum of History  . La scultura, piuttosto banale e di rozza fattura, tanto da essere stata soprannominata “Il Kurt piangente” è ad opera di Randi Hubbard ed è sempre ricoperta di fiori e cimeli ogni 8 Aprile, giorno in cui venne ritrovato il corpo esamine dell’ex Nirvana nella sua casa di Seattle.

Ciò che nel complesso lascia molto perplessi è l’esiguità dei tributi al cantante, che sono stati voluti molto più dai fan piuttosto che dall’amministrazione locale. Probabilmente il passato di Kurt, i suoi arresti per atti vandalici, per ubriachezza molesta e la grande fragilità dell’uomo sono ricordati nella comunità molto più di tutto quello che i Nirvana e il loro frontman abbiano rappresentato nella storia della musica.

Don't Miss