Venezia Biennale il cambio della Polonia

Gennaio 4, 2024
1 min read
Venezia Biennale Polonia

In vista della partecipazione a Venezia Biennale 2024 la Polonia aveva presentato il progetto iniziale ad ottobre. Curato da Piotr Bernatowicz e Dariusz Karlowicz , con la partecipazione di Ignacy Trzecios dal titolo Polish Exercises in the Tragedy of the World: Between Germany and Russia, l’esposizione avrebbe dovuto includere più di 35 opere.

Venezia Biennale Polonia

Ma a seguito della presentazione la Polonia è stata subissata da accuse di antieuropeismo e nazional-populismo. In uno dei lavori sono rappresentati la cancelliera tedesca Angela Merkel e Vladimir Putin accanto ad una croce di Sant’Andrea che ricorda palesemente una svastica. Nel progetto originario poi davanti all’ingresso del padiglione polacco sarebbero dovute essere collocate sette tele raffiguranti i “soldati maledetti” ossia combattenti anticomunisti che il partito di estrema destra Diritto e Giustizia si avviava a riabilitare.  

Anche all’interno della stessa giuria chiamata a votare il progetto da scegliere, molti rappresentanti illustri della cultura si erano dissociati tra cui Karolina Ziębińska Lewandowska, direttrice del Museo di Varsavia.

«In conformità con il regolamento, il progetto Repeat after me, presentato dalla curatrice Marta Czyż con la partecipazione di Open Group (Yuriy Biley, Pavlo Kovach, Anton Varga) è stato scelto per l’implementazione», scrivono dal Ministero. Una scelta radicalmente diversa: il lavoro del collettivo si basa sull’interazione e sulle relazioni tra persone e spazi. Per ora non si sanno ulteriori dettagli

Qui i Padiglioni di Venezia Biennale 2024

Don't Miss