Un app per la casa d’aste migliore

Dicembre 13, 2023
1 min read
Casa d'aste

La Casa d’aste più adatta per vendere e comprare a seconda delle opere

Non è sempre facile trovare la Casa d’aste migliore per chi vende e chi compra. All’interno dell’arte moderna e contemporanea, in modo particolare, ci si può scontrare contro una oggettiva difficoltà nel comprendere il valore reale di un’opera o destreggiarsi tra le molte Gallerie d’arte sparse sul territorio nazionale.

Eppure il mercato è particolarmente vivo e fiorente e a dirlo sono le cifre. La Casa d’aste Christie’s per la session di novembre – dicembre 2023 a Milano ha registrato l’89% di venduto con introiti che hanno superato il 3 mln di euro. Ma non solo I primi sei mesi del 2023 segnano un risultato senza precedenti per le aste italiane di arte moderna e contemporanea che, per la prima volta, totalizzano oltre 86 milioni di euro con una crescita del +38% rispetto allo stesso periodo del 2022.

E per rendere questo settore ancor più accessibile, arriva in soccorso l’esperienza dell’italiana ValutaOpere, piattaforma nata dall’idea dei tre soci Alessandro Ghilarducci, Renato Junior Romino e Luca Gianneschi, con l’obiettivo di aiutare ad acquistare e vendere opere d’arte al giusto prezzo.

ValutaOpere ha sviluppato Vobot, un algoritmo capace di identificare la casa d’aste migliore per vendere o acquistare una specifica tipologia di opera e di artista.Dopo avere effettuato l’accesso, è necessario seguire una procedura guidata molto semplice attraverso la quale si possono visualizzare i risultati di tutte le aste sul territorio nazionale, conoscere il ranking per ogni artista in modo da valutare se sia preferibile vendere o acquistare e infine sarà possibile analizzare i valori medi di mercato in base alla tipologia dell’opera, quindi distinguendo tra quadro, disegno, serigrafia ecc.. e naturalmente il formato.

Una app quindi particolarmente interessante anche per gli Opportunity Seeker

L’algoritmo non è in grado di fornire indicazioni sugli NFT che hanno un mercato e regole a parte e soprattutto sono soggetti ad una grande volatilità.

Intanto da Christie’s l’asta di dicembre per il 65esimo della maison in Italia fa registrare l’89% di vendite

Don't Miss