Squaring the Circle – Hipgnosis Studio

Settembre 14, 2023
1 min read

In qualità di Direttore Creativo per molte delle produzioni dei Depeche Mode e degli U2, e per aver curato la fotografia delle copertine di entrambe le band per più di trent’anni, Anton Corbijn è la persona più indicata a dirigere questo originale docu su “Hipgnosis”, lo studio di design fondato da Aubrey “Po” Powell e Storm Thorgerson, il duo creativo che ha praticamente inventato il concetto di cover dell’album come forma d’arte. Hipgnosis ha lavorato per i Pink Floyd, i Led ZeppelinPaul McCartney e Wings, 10cc e moltissimi altri, quando l’industria del vinile rock anni ’70 era nel suo pieno splendore

Hanno ideato immagini straordinarie che erano enigmatiche, audaci, divertenti, surreali, alla moda,rivoluzionarie e hanno concependo gli album come un’esperienza multimediale a tutto tondo: si continuava a fissare la copertina, incapaci di distoglierne lo sguardo, mentre l’LP era sul giradischi. L’incredibile lavoro di preparazione della scena e del set fatto da Hipgnosis nei deserti e nelle zone selvagge, o con i maiali volanti sui monumenti di Londra li ha resi virtualmente pionieri della land art, nata più o meno nello stesso periodo di rivoluzione e stravolgimento culturale.

In pochi sapranno che l ‘”uomo in fiamme” nella foto onirica finita sulla copertina di Wish You Were Here stesse davvero bruciando: era uno stuntman che faceva il lavoro più pericoloso della sua carriera.

Ed è con Hipgnosis che per la prima volta abbiamo guardato le copertine di un album con la stessa e probabilmente più intensità con cui si ammira un’opera d’arte in un Museo.

Il docu è disponibile su Apple Tv e Amazon Video

Clicca qui per il trailer

Don't Miss