Roma Flaminio riapre Villa Helene

Ottobre 29, 2023
1 min read

La Casa di Hendrick Christian Andersen riapre nel quartiere Flaminio con un fitto programma di Mostre

Nel cuore del quartiere Flaminio a Roma, in via Pasquale Stanislao Mancini 20 riapre i battenti la Villa di Andersen, dedicata alla madre Hélène, dalla quale prende il nome e lasciata in eredità allo Stato italiano nel 1940.

Progettato dallo stesso Andersen tra il 1922 e il 1925, il Museo ospita oltre duecento sculture in gesso e bronzo, trecento opere grafiche e duecento dipinti.

Il palazzo offre al pian terreno una Galleria dedicata alle esposizioni d’arte e uno Studio in cui l’artista progettava, disegnava bozzetti e ritraeva soprattutto giornalisti, scrittori, intellettuali americani e politici,e rappresentanti di quella elitè culturale cosmopolita radicata nella Capitale.

Tra i frequentatori più assidui c’erano Ettore Petrolini, Umberto Nobile, Guglielmo Marconi, Sibilla Aleramo, Bernard Berenson, soltanto per citarne alcuni.

All’esterno si possono ammirare sculture a tutto tondo e decorazioni floreali, tra l’architettura Liberty e quella Neorinascimentale.

Finalmente dopo anni di chiusura la Casa Museo Hendrik Christian Andersen riapre con la mostra “Riflessioni di Archiscultura, Fotografia, Scultura Architettura”, composta di 4 sezioni che documentano i momenti salienti della vita dell’artista,  offrendo anche la possibilità di visitare il deposito, accessibile su prenotazione, dove sono conservate statue e sculture di enorme pregio tra cui la Fontana dell’Immortalità appena restaurata.

La Villa del quartiere Flaminio è una tra le poche case museo presenti a Roma (tra le altre segnaliamo quella di Pietro Canonica, a Villa Borghese; quella del pittore Francesco Trombadori a Villa Strohl-Fern e la casa Studio di Giorgio De Chirico a Piazza di Spagna).

Qui per scoprire Venezia Biennale 2024

Don't Miss