L’erotismo di Mickalene Thomas

Ottobre 30, 2023
1 min read

Mickalene Thomas esplora la sensualità e l’erotismo del corpo femminile nero

Un erotismo che sfida le regole imposte da una società ristretta come era quella degli anni ’50.

Nella mostra “Je t’adore”, a New York presso la Yancey Richardson Gallery l’artista Mickalene Thomas, ispirandosi ai calendari della rivista Jet e alle pagine pubblicitarie Nus Exotique, pubblicazione francese degli anni ’50 , esplora l’immaginario della sensualità nei corpi delle donne nere. In Mostra 13 collage fotografici e tecniche miste che si affiancano ad una seconda esposizione dell’artista, presso la Yale University Art Gallery dal titolo Portrait of an Unlikely Space.

Nel corso della sua carriera, Mickalene Thomas ha magistralmente mescolato astrazione e figurazione e ha spinto le convenzioni della pittura, della fotografia, del collage e dell’incisione oltre i limiti tradizionali, spesso incorporando nei suoi lavori materiali non convenzionali. 

In questi nuovi collage fotografici, ogni figura è circondata da forme astratte di motivi decorativi suggestivi dell’epoca da cui derivano le fotografie. 

Stampati direttamente su metallo mediante un processo di sublimazione del colore, i singoli elementi di ogni opera vengono ritagliati e sovrapposti uno sopra l’altro creando una superficie dimensionale. Sono quindi applicati sulla finitura strass multicolori scintillanti.

 Il risultato è una costruzione tridimensionale dinamica che mina qualsiasi lettura narrativa e attira l’attenzione sulla fluidità dell’identità, sulla collettività della cultura e sulla malleabilità della storia nella società moderna. Ricche di materialità e fascino visivo, le opere celebrano la sessualità e la bellezza del corpo nero femminile.

All photo credits Mickalene Thomas e Yancey Richardson, New York

Qui per il femminile vulnerabile di Ruth Bernhard

Don't Miss