L’artista MaMo vola a Londra

Marzo 21, 2024
1 min read
MaMo

Il 25 marzo le opere più rappresentative presentate già per la ‘London MaMo’s exhibition zone’, alla House of Parliament, agli Spring Studios e a UCL, saranno al centro di un incontro, sempre nella capitale britannica, presso l’Istituto Italiano di Cultura. Un nuovo plauso corale per Massimiliano Donnari e il suo stile eclettico e dissacrante con il quale sa raffigurare al meglio la vita ‘pop’ anglosassone e soprattutto la Royal Family, a partire dalle sue Queen Elisabeth ormai divenute un must. Il deus ex machina delle iniziative in terra aglosassone è il Prof. Paolo Taticchi, accademico della UCL School of Management di Londra, e la ‘mascotte’ niente meno che Pietro Vannucci detto il Perugino in occasione del 500° anniversario della sua morte. MaMo – supportato dalla Regione Umbria, dal comune di Perugia e dall’Università per stranieri del capoluogo umbro – ha avuto un’accoglienza particolare oltremanica, è stato infatti ricevuto dalle più importanti istituzioni italiane nel Regno Unito: il Console generale e il direttore dell’Istituto italiano di cultura.  

Massimiliano MaMo Donnari nasce a Perugia il 18 febbraio 1968, imprenditore nel settore degli impianti tecnologici, il suo spirito versatile lo incita ad una continua sperimentazione, fino a rivestire a pieno titolo il profilo di artista contemporaneo. Una scelta coraggiosa e vincente, data dal suo carattere esplosivo e poetico che risponde all’entusiasmo della sua opera.

MaMo incanta il pubblico con il suo stile, la sua tecnica, la sua fantasiosa creatività che illumina e rende viva ogni realizzazione, riflesso di personaggi, valori, sentimenti e sogni. Ha in sé forti potenzialità espressive che esaltano e rendono travolgenti le sue opere. Il largo pubblico che abbraccia coglierà l’ironia e il desiderio di sdrammatizzare, ciò che sempre lo sollecita nella sua feconda attività di artista. (Architetto Angelo Bacci – Curatore Biennale di Venezia).

Qui per Xiao Zhiyu a Villa Clea a Milano

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss