Gustaf Westman e il “pop scandinavo”

Gennaio 17, 2024
1 min read
Gustaf Westman

Al bando la noia! Sembra essere il motto di Gustaf Westman, giovane architetto scandinavo, di base a Stoccolma che sta conquistando la GenZ. Laureatosi in architettura alla Chalmers University di Göteborg, il suo stile giocoso e fresco ha completamente rivoluzionato il design nordico.

Westman ha dichiarato più volte la sua ammirazione per designer danesi come Hans Wegner, Arne Jacobsen, Poul Kjærholm, anche se nella sua estetica è preponderante l’influenza di Memphis Milano, fondato da Ettore Sottsass e attivo tra il 1980 e il 1987.

E’evidente come il suo Specchio “Curvy” sia una interpretazione contemporanea di Ultrafragola, disegnato da Sottsass per Poltronova e presentato alla terza edizione di Eurodomus del 1970.

Ciò che conquista nel design di Gustav Westman sono le caratteristiche intrinseche degli oggetti da lui disegnati:“una produzione accessibile, locale, su piccola scala con un design unico che molti possano acquistare. 

A conquistare la GenZ sicuramente oltre alle forme, ha contribuito la palette cromatica ideata dal designer: colori pastello, dai toni vibranti e originali.

Don't Miss