Eur al via Arte in Nuvola  

Novembre 23, 2023
2 mins read
Eur Arte in Nuvola Locandina

Eur Roma Arte in Nuvola oltre 150 Gallerie partecipanti oltre a Progetti speciali.

Eur Arte in Nuvola che si terrà dal 23 al 26 novembre 2023 è giunto alla terza edizione.

La Rassegna ha colmato una lacuna nella proposta culturale della Capitale proponendosi come un hub per il collezionismo del centro e sud Italia. E’ curata dalla storica dell’arte Adriana Polveroni e diretta da Alessandro Nicosia esperto da oltre trent’anni nell’organizzazione di eventi culturali e nella comunicazione integrata.

Eur Arte in Nuvola Locandina

Con oltre 150 Gallerie partecipanti aumentano anche le adesioni da parte delle strutture espositive internazionali da Londra a Parigi, da Barcellona a Knokke, a Tel Aviv, New York e Osaka. Sono abbracciate tutte le discipline, dalla pittura alle installazioni, dalla scultura alla performance, dalla video arte all’arte digitale, alla street art, oltre a numerosi progetti speciali. Tra questi vi segnaliamo Mattia Sugamiele e il suo Mirrorland all’Hotel Eden.

Eur Arte in Nuvola Mattia Sugamiele

L’esposizione, prima personale dell’artista nella Capitale, vuole ricreare in una cornice inedita e insolita un mondo virtuale, proponendo una realtà parallela che si specchia a quella visibile, in un caleidoscopio di immagini in continua evoluzione.

Il lavoro artistico di Sugamiele si interroga sulla relazione tra l’uomo e la progressiva innovazione tecnologica. Animali, piante e simboli del quotidiano vengono riconvertiti in avatar polimaterici, icone inanimate di un universo empirico ma che trovano spazio solo in una realtà immateriale.

Le opere di Sugamiele diventano simulacri di elementi a noi familiari suggellati di estetica techno-pop, copie frutto dell’ingegno umano e della rivoluzione digitale. A rivestire un ruolo essenziale per comprendere la novità del progetto sono i materiali: plastiche morbide e schiumose, stoffe cangianti e iridescenti e superfici specchianti che invitano al tatto e al gioco; le forme di Sugamiele rassicurano il pubblico mostrandosi come accoglienti icone simil-virtuali, che invitano ad addentrarsi in un modo privo di minacce apparenti.

Ad essere interpellato dall’artista è il bisogno primordiale dell’umano di ricavarsi un luogo dove non sentirsi in pericolo: se per i nostri progenitori questo era il focolare domestico dove rientrare dopo il lavoro, per l’individuo figlio del post-modernismo è il virtuale, inteso come rete di canali dove poter vivere, attraverso avatar e community, un’esistenza altra. Le nostre vite scorrono tra l’essere online e offline, dove l’esperienza virtuale si intreccia a quella reale e viceversa. 

Mirrorland si presenta quindi come un’inusuale oasi di pace, una dimensione idilliaca proposta in alternativa a quella fattuale, dove poter leggere una narrazione sul digitale in progressivo mutamento.

Nel corso di Arte in Nuvola verranno inoltre assegnati tre premi:

PREMIO DISCOVERY
Sabato 25 | Ore 15:00 – Area Talk

La riscoperta di artisti mid carrer o addirittura scomparsi.
La riscoperta di artisti mid carrer o addirittura scomparsi, che non hanno avuto il giusto riconoscimento. Vogliamo premiare chi si impegna davvero nella valorizzazione di un artista, la cui ricerca ed il cui apporto d’indiscusso valore siano stati riportati all’attenzione del pubblico grazie al lavoro d’investimento, promozione e diffusione della galleria nel corso degli ultimi anni.

PREMIO THE BEST
Sabato 25 | Ore 15:30 – Area Talk

Migliore presentazione d’artista per stand, allestimento, comunicazione, grafica.
Vogliamo premiare chi si impegna di più nel valorizzare un proprio artista. Rimarcando la responsabilità e il piacere per una galleria nel presentare nel miglior modo possibile un esponente di punta della propria scuderia. Senza dimenticare nessun dettaglio.

PREMIO YOUNG
Domenica 26 | Ore 15:00 – Area Talk

Per il miglior artista fino a 35 anni.
Per la cura e il valore della proposta con cui una galleria si impegna nel presentare un artista giovane.
Con questo premio vogliamo tributare il dovuto riconoscimento a chi, anche in un mercato sempre più agguerrito, decide di investire nella ricerca di giovani talenti.

Qui per le date a Roma del workshop con Steve McCurry

Don't Miss