A Roma l’arte arriva in Metro

Luglio 3, 2024
1 min read
Metro A Stocker

La Stazione Vittorio Emanuele della Linea A della Metro Capitolina si trasforma grazie all’installazione dell’artista altoatesina Esther Stocker. L’opera site specific Prospettiva Comune, dal 1 luglio ha completamente trasformato l’aspetto dell’atrio della stazione.

L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra il Museo MAXXI di Roma e ATAC, Azienda per la mobilità del Comune, in occasione della riapertura della stazione metropolitana.

Un’opera tridimensionale ed immersiva, una esplosione di righe, ottenuta grazie ad oltre 8000 metri di nastro adesivo che ricopre le pareti, il soffitto e i dispositivi di accesso che cattura l’attenzione del pubblico collocandosi tra arte, design ed architettura.  

Metro A Stocker

L’opera di Esther Stocker va oltre ciò che lo spettatore può vedere ad un primo sguardo. Le linee nette e marcate, i motivi geometrici, la purezza dello stile sono segni inconfondibili di concetti come la libertà, l’imperfezione, la solitudine, l’isolamento, il senso di impotenza. La Stocker abbracciando l’indefinito definisce il definito, cerca la libertà inseguendo il caos, riportando il non definibile all’interno di uno schema.

L’intervento nasce nel contesto della mostra Ambienti 1956-2010. Environments by women artists II, a cura di Andrea Lissoni, Marina Pugliese e Francesco Stocchi, in programma al MAXXI fino al prossimo 20 ottobre.

Qui il Compasso d’oro 2024

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Don't Miss